Ricerca la tua convenzione

Per categoria merceologica:

puoi anche affinare la ricerca:

o cercare per nome prodotto/servizio

SPECIALE CORONAVIRUS: Notizie quotidiane da Enti e Aziende

Riuniamo in questa pagina speciale tutte le notizie
che ci arrivano dai nostri punti convenzionati,
e alcune, da noi selezionate, di Enti, Aziende o Servizi pubblici.


Dopo le notizie del giorno trovi
un elenco di numeri telefonici e link utili


 

Le notizie del giorno
 

 

27/05 - PIEMONTE: OBBLIGO DI MASCHERINA ANCHE ALL'APERTO DAL 29 MAGGIO AL 2 GIUGNO.    "Di concerto con le Prefetture, alla luce di quanto avvenuto nei giorni scorsi con la movida e durante il passaggio delle Frecce Tricolori - ha spiegato Cirio - , abbiamo ritenuto necessario un irrigidimento delle norme di uso della mascherina all'aperto in vista del weekend lungo del 2 giugno. Una precauzione per non vanificare questi mesi di sacrificio e per ricordare a ognuno di noi che, oggi più che mai, i nostri comportamenti sono fondamentali per impedire alla curva del contagio di tornare a crescere".
L'obbligo di mascherina non sussiste se invece si pratica attività sportiva e motoria.

LEGGI IL TESTO INTEGRALE DELL'ORDINANZA DELLA REGIONE PIEMONTE



25/05 - PIEMONTE: DA OGGI RIPARTONO LE ATTIVITA' SPORTIVE NELLE PALESTRE, PISCINE, CENTRI E CIRCOLI SPORTIVI. 


In particolare, la Regione Piemonte specifica in un suo comunicato che:

  • Vige l’obbligo di distanziamento sociale e il divieto di assembramento.
  • Devono essere seguite le linee guida approvate dall’Ufficio Sport della Presidenza del Consiglio dei Ministri.
  • Per l’attuazione delle linee guida, le Federazioni sportive nazionali, le Discipline Sportive associate e gli Enti di Promozione Sportiva riconosciuti da CONI e CIP, nonché associazioni, società, centri e circoli sportivi anche se non affiliati ad alcun organismo sportivo riconosciuto, devono adottare appositi protocolli attuativi contenenti norme di dettaglio per tutelare la salute di atleti, gestori e di chiunque a qualsiasi titolo frequenti i siti sportivi.
  • I protocolli attuativi adottati da Federazioni, DSA e EPS riconosciute CONI e CIP, nonché associazioni, società, centri e circoli sportivi non affiliate a nessun organismo sportivo riconosciuto, che operano in piscine e palestre devono essere conformi alle linee guida emanate dall’ufficio sport della Presidenza del Consiglio dei Ministri. In ogni caso devono essere rispettate le schede tecniche “Piscine” e “Palestre” sotto riportate.

ESTRATTO DELLE LINEE GUIDA PER LE PALESTRE:

Le presenti indicazioni si applicano a enti locali e soggetti pubblici e privati titolari di palestre, comprese le attività fisiche con modalità a corsi (senza contatto fisico interpersonale).

  • Predisporre una adeguata informazione sulle tutte le misure di prevenzione da adottare.
  • Redigere un programma delle attività il più possibile pianificato (es. con prenotazione) e regolamentare gli accessi in modo da evitare condizioni di assembramento e aggregazioni; mantenere l’elenco delle presenze per un periodo di 14 giorni.
  • Potrà essere rilevata la temperatura corporea, impedendo l’accesso in caso di temperatura > 37,5 °C.
  • Organizzare gli spazi negli spogliatoi e docce in modo da assicurare le distanze di almeno 1 metro (ad esempio prevedere postazioni d’uso alternate o separate da apposite barriere), anche regolamentando l’accesso agli stessi.
  • Regolamentare i flussi, gli spazi di attesa, l’accesso alle diverse aree, il posizionamento di attrezzi e macchine, anche delimitando le zone, al fine di garantire la distanza di sicurezza: o almeno 1 metro per le persone mentre non svolgono attività fisica, o almeno 2 metri durante l’attività fisica (con particolare attenzione a quella intensa).
  • Dotare l’impianto/struttura di dispenser con soluzioni idroalcoliche per l’igiene delle mani dei frequentatori/clienti/ospiti in punti ben visibili, prevedendo l’obbligo dell’igiene delle mani all’ingresso e in uscita.
  • Dopo l’utilizzo da parte di ogni singolo soggetto, il responsabile della struttura assicura la disinfezione della macchina o degli attrezzi usati.
  • Gli attrezzi e le macchine che non possono essere disinfettati non devono essere usati.
  • Garantire la frequente pulizia e disinfezione dell’ambiente, di attrezzi e macchine (anche più volte al giorno ad esempio atra un turno di accesso e l’altro), e comunque la disinfezione di spogliatoi (compresi armadietti) a fine giornata.
  • Non condividere borracce, bicchieri e bottiglie e non scambiare con altri utenti oggetti quali asciugamani, accappatoi o altro.
  • Utilizzare in palestra apposite calzature previste esclusivamente a questo scopo.
  • Tutti gli indumenti e oggetti personali devono essere riposti dentro la borsa personale, anche qualora depositati negli appositi armadietti; si raccomanda di non consentire l’uso promiscuo degli armadietti e di mettere a disposizione sacchetti per riporre i propri effetti personali.
  • Per quanto riguarda il microclima, è fondamentale verificare le caratteristiche di aerazione dei locali e degli impianti di ventilazione e la successiva messa in atto in condizioni di mantenimento di adeguati ricambi e qualità dell’aria indoor. Per un idoneo microclima è necessario: 1. garantire periodicamente l’aerazione naturale nell’arco della giornata in tutti gli ambienti dotati di aperture verso l’esterno, dove sono presenti postazioni di lavoro, personale interno o utenti esterni (comprese le aule di udienza ed i locali openspace), evitando correnti d’aria o freddo/caldo eccessivo durante il ricambio naturale dell’aria; 2. aumentare la frequenza della manutenzione / sostituzione dei pacchi filtranti dell’aria in ingresso (eventualmente anche adottando pacchi filtranti più efficienti); 3. in relazione al punto esterno di espulsione dell’aria, assicurarsi che permangano condizioni impiantistiche tali da non determinare l’insorgere di inconvenienti igienico sanitari nella distanza fra i punti di espulsione ed i punti di aspirazione; 4. attivare l’ingresso e l’estrazione dell’aria almeno un’ora prima e fino ad una dopo l’accesso da parte del pubblico; 5. nel caso di locali di servizio privi di finestre quali archivi, spogliatoi, servizi igienici, ecc., ma dotati di ventilatori/estrattori meccanici, questi devono essere mantenuti in funzione almeno per l’intero orario di lavoro; 6. per quanto riguarda gli ambienti di collegamento fra i vari locali dell’edificio (ad esempio corridoi, zone di transito o attesa), normalmente dotati di minore ventilazione o privi di ventilazione dedicata, andrà posta particolare attenzione al fine di evitare lo stazionamento e l’assembramento di persone, adottando misure organizzative affinché gli stessi ambienti siano impegnati solo per il transito o pause di breve durata; 7. negli edifici dotati di specifici impianti di ventilazione con apporto di aria esterna, tramite ventilazione meccanica controllata, eliminare totalmente la funzione di ricircolo dell’aria; 8. Relativamente agli impianti di riscaldamento/raffrescamento che fanno uso di pompe di calore, fancoil, o termoconvettori, qualora non sia possibile garantire la corretta climatizzazione degli ambienti tenendo fermi gli impianti, pulire in base alle indicazioni fornite dal produttore, ad impianto fermo, i filtri dell’aria di ricircolo per mantenere i livelli di filtrazione/rimozione adeguati. 9. le prese e le griglie di ventilazione devono essere pulite con panni puliti in microfibra inumiditi con acqua e sapone, oppure con alcool etilico al 75%; 10. evitare di utilizzare e spruzzare prodotti per la pulizia detergenti/disinfettanti spray direttamente sui filtri per non inalare sostanze inquinanti, durante il funzionamento.
  • Tutti gli indumenti e oggetti personali devono essere riposti dentro la borsa personale, anche qualora depositati negli appositi armadietti; si raccomanda di non consentire l’uso promiscuo degli armadietti e di mettere a disposizione sacchetti per riporre i propri effetti personali.  (FONTE: Ufficio Stampa REGIONE PIEMONTE)

     

 

17/05 - CONTE HA FIRMATO IL NUOVO DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO. Tra le misure adottate:
- obbligo di restare a casa in caso di sindrome respiratoria con febbre oltre i 37,5°
- dal 15 giugno si potrà andare a teatro, nelle sale da concerto, al cinema ma i posti a sedere saranno preassegnati e distanziati.
- Dal 25 maggio potranno riaprire le piscine, ma le Regioni potranno anticipare o posticipare le aperture.
- dal 15/6 via libera anche ai centri estivi per bambini e ragazzi.

LEGGI IL TESTO COMPLETO CON TUTTE LE MISURE ADOTTATE.


 

17/05 - DECRETO LEGGE 16 MAGGIO PUBBLICATO IN GAZZETTA UFFICIALE. Leggi il testo completo.



 

15/05 - DECRETO "RILANCIO" IN SINTESI: Il "decreto rilancio" non è ancora stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale, ma, partendo dalla bozza annunciata dal Governo, la CISL ha predisposto un volantino che ne sintetizza i punti salienti e le misure che saranno adottate.

      LEGGI O SCARICA IL PDF DEL VOLANTINO SUL DECRETO RILANCIO



 

13/05 - APPROVATO QUESTA SERA DAL CONSIGLIO DEI MINISTRI IL "DECRETO RILANCIO" - LEGGI IL TESTO COMPLETO.
 

 



 

11/05 - PIEMONTE: PUBBLICATO DALLA REGIONE L'ELENCO DEI LABORATORI PRESSO CUI I PRIVATI POSSONO EFFETTUARE IL TEST SIEROLOGICO A PAGAMENTO.
L’Assessorato regionale alla Sanità del Piemonte ha aggiornato l’elenco dei laboratori di analisi privati dove è possibile rivolgersi privatamente per svolgere test sierologici a totale a carico del cittadino.  L’utilizzo del test sierologico per le immunoglobuline specifiche per il Coronavirus è consentito per i soli esami che il Ministero della Salute considera attendibili nel loro esito epidemiologico.
Va ricordato che “non possono, allo stato attuale dell’evoluzione tecnologica, sostituire il test molecolare basato sull’identificazione di RNA virale dai tamponi nasofaringei”, né forniscono alcun “patentino di immunità”, in quanto “un test anticorpale positivo indica se la persona è stata infettata da SARS-CoV-2 (se IgM positivi: infezione recente; se IgM negativi e IgG positivi: infezione passata), ma non indica necessariamente se gli anticorpi sono neutralizzanti, se una persona è protetta e per quanto tempo, e se la persona è guarita.
Un test anticorpale negativo può avere vari significati: una persona non è stata infettata da SARS-CoV-2, oppure è stata infettata molto recentemente (meno di 8-10 giorni prima) e non ha ancora sviluppato la risposta anticorpale al virus, oppure è stata infettata ma il titolo di anticorpi che ha sviluppato è, al momento dell’esecuzione del test, al di sotto del livello di rilevazione del test”.
LEGGI L'ELENCO DEI LABORATORI AUTORIZZATI (pdf)



 

8/05 - RIPARTE LA PRODUZIONE ALLO STABILIMENTO FCA DI MELFI.  In un comunicato congiunto di CGIL, CISL, UIL, Fismic, UGL e Aqcf si annuncia che dal 21 Maggio ripartirà la produzione, che sarà articolata su tre turni di lavoro dal lunedì al venerdì. Una parte degli operai era tornata al lavoro dal 24 aprile, ma solo per l'area della ricerca e sviluppo dell'ibrido.



7/05 - PIEMONTE - OFFERTA DI LAVORO PER COLLABORATORI PROFESSIONALI SANITARI NEI LABORATORI BIOMEDICI. L’Unità di Crisi della Regione Piemonte ha lanciato un bando, aperto fino alle ore 23:59:59 di venerdì 9 maggio, per ricercare collaboratori professionali sanitari e tecnico-sanitari di laboratorio biomedico. Il contratto di lavoro è della durata di un anno.
Ogni candidato dovrà indicare per quale delle seguenti aziende intende concorrere:
Asl Città di Torino, TO4, TO5, AT, AL, CN1, NO, VCO, BI, AO Mauriziano di Torino, AO Santa Croce e Carle di Cuneo, AOU Maggiore della Carità di Novara. Le procedure concorsuali saranno gestite dalle singole aziende sanitarie. Leggi il testo del bando.



 

5/05 - PIEMONTE : LA REGIONE CONSENTE ANCHE AI PRIVATI CITTADINI DI EFFETTUARE IL TEST SIEROLOGICO. L’Assessorato regionale alla Sanità ha precisato oggi che “è consentito l’utilizzo del test sierologico per le immunoglobuline specifiche per il Covid-19 anche ai privati cittadini, presso i laboratori di analisi cliniche privati, per i soli esami che il Ministero della Salute considera attendibili nel loro esito epidemiologico”, e ha aggiunto che “le Commissioni di Vigilanza delle Asl sono a disposizione per fornire ai laboratori privati le indicazioni circa l’attendibilità e la specificità dei test”. Sempre oggi sono iniziati i test sierologici per tutto il personale sanitario.

 



3/05 - IL NUOVO MODELLO DI AUTOCERTIFICAZIONE IN VIGORE DAL 4 MAGGIO. Clicca QUI per scaricare il modulo PDF editabile.


2/05 - TORINO: DA LUNEDI' IN VIGORE LE NUOVE NORME PER L'UTILIZZO DI METRO, TRAM E BUS GTT. OBBLIGATORIA LA MASCHERINA.
Da lunedi' 4/5 l'utilizzo dei mezzi pubblici dovrà avvenire nel rispetto delle regole anti-contagio.
Sui mezzi sarà consentita la salita a bordo di massimo 20 passeggeri sui bus da 12 metri e di 30 persone sui bus da 18 metri e sui tram.
Viene introdotto l'obbligo di indossare la mascherina a bordo di tutti i mezzi pubblici. Saranno disponibili dispenser di disinfettante idroalcolico da utilizzare quando si sale a bordo.

Sui bus e sui tram arancioni si sale dalla porta posteriore e si scende da quella centrale.
Sugli altri tram si deve fare scendere i passeggeri prima di salire a bordo, sempre nel rispetto delle distanze. Sulle porte di tutti i mezzi sono comunque presenti vetrofanie che lo ricordano.
Saranno presenti cartelli e una apposita segnaletica a terra (anche in fermata) per consentire alla clientela di viaggiare in sicurezza rispettando la distanza di 1 metro.
In metropolitana saranno differenziati i percorsi di entrata (frecce verdi) e uscita (frecce blu) e saranno presenti sul pavimento delle banchine e dei treni apposite segnaletiche per il rispetto delle distanze.  I sedili non utilizzabili su tram bus, metro e treni saranno segnalati da specifici adesivi.
La metro vedrà una intensificazione delle corse: negli orari di punta la frequenza dei passaggi dei treni sarà di circa 2 minuti e mezzo.  Ulteriori particolari sul sito di GTT.



30/04 -           IL CORONAVIRUS NON FERMA IL PRIMO MAGGIO.
Il Covid-19 non ferma il Primo Maggio e non ferma la musica.
Vista l’impossibilità di tenere il consueto Concertone a  San Giovanni a Roma in occasione della festa dei lavoratori, CGIL, CISL, UIL hanno deciso, insieme alla Rai, di trasformare l’evento di piazza in un programma televisivo.
Quattro ore – dalle 20 alle 24 su Rai3 – di testimonianze, racconti e musica live per rendere omaggio a tutte le lavoratrici e i lavoratori, a tutti gli italiani, che con grande senso di responsabilità stanno affrontando questo periodo difficile di distanziamento sociale.

Nel corso della trasmissione, come al solito, i tre Segretari generali, Landini, Furlan, Barbagallo interverranno, brevemente, con un loro messaggio rivolto in particolare ai giovani che ascolteranno il Concertone da casa.
Anche il tradizionale comizio, che quest’anno si sarebbe dovuto svolgere a Padova e che è sempre stato trasmesso in diretta a cura del Tg3, quest’anno sarà sostituito da un confronto televisivo con i tre Segretari, in onda sulla stessa rete dalle 12,20 alle 13. 

“In queste settimane - hanno dichiarato i segretari organizzativi di Cgil e Cisl, Nino Baseotto e Giorgio Graziani e il Segretario generale aggiunto della Uil, Pierpaolo Bombadieri - abbiamo lavorato unitariamente per assicurare che i due “classici” eventi del Primo Maggio fossero, comunque, celebrati, nel pieno rispetto delle disposizioni vigenti, dando forza ai temi e alle proposte che, nella fase dominata dalla pandemia, sono state il cardine delle posizioni espresse in ogni sede dal Sindacato confederale”. Baseotto, Graziani e Bombardieri hanno, poi, ricordato lo slogan scelto: “Il lavoro in sicurezza per costruire il futuro”.

“E` importante, infatti - hanno concluso i tre Organizzativi di Cgil, Cisl, Uil - che il lavoro resti protagonista anche e soprattutto in occasione di questo Primo Maggio: perche´ il lavoro e` la leva fondamentale per restituire una prospettiva credibile al futuro del nostro Paese e di coloro che rappresentiamo”.
MANIFESTO Primo Maggio 2020.


 

30/04 - ONLINE SUL SITO DELL'INAIL L'ELENCO DEI D.P.I. (i Dispositivi di Protezione Individuale) VALIDATI POSITIVAMENTE. Uno strumento molto utile per verificare se mascherine, visiere, guanti, indumenti ecc. utilizzati sul posto di lavoro sono strumenti idonei a garantire la sicurezza dei lavoratori. L'elenco viene costantemente aggiornato man mano che nuovi prodotti vengono sottoposti al vaglio dell'Istituto.  CONSULTA L'ELENCO SUL SITO INAIL.



29/04 - TORINO: NIENTE ZTL SINO AD AGOSTO E PARCHEGGIO GRATUITO SULLE STRISCE BLU SINO AL 30 MAGGIO. Lo ha annunciato quest'oggi l'Assessore ai Trasporti Maria Lapietra.



29/04 - DA LUNEDI' 4 INIZIANO IN PIEMONTE I TEST SIEROLOGICI PER IL PERSONALE SANITARIO.  Nel comunicato emesso dalla Regione Piemonte si specifica:" Saranno effettuati da lunedì 4 maggio i test sierologici sul personale sanitario piemontese, compresi medici di famiglia, pediatri di libera scelta e specialisti convenzionati.

Si tratterà di un’indagine a fine epidemiologico - osserva l’assessore regionale alla Sanità Icardi - che vuole comprendere meglio le caratteristiche della diffusione del virus e fornire fondamentali informazioni per lo studio della patogenesi e lo sviluppo di strategie mirate di prevenzione, anche riguardanti l’identificazione di coorti target di possibile vaccinazione una volta che tale tecnologia preventiva sia disponibile”.

Il piano di screening prevede l’utilizzo di un test immunometrico IgG (test sierologico per IgG neutralizzanti anti-SARS-CoV2). La consegna dei 70.000 kit acquistati d’urgenza tramite la Società di committenza regionale Scr e dei lotti necessari da parte delle tre ditte assegnatarie (Diasorin Spa, Abbot Srl e Medical System Srl), è prevista per il 30 aprile. 
Le indicazioni che l’Unità di Crisi ha recapitato alle aziende sanitarie specificano che si dovrà procedere all’acquisizione del consenso informato e quindi al prelievo del sangue di tutti gli operatori su base volontaria. I campioni saranno processati da ciascuna azienda nei propri laboratori, con le apparecchiature di cui già tutte dispongono, escludendo quindi il ricorso ai privati. I referti saranno inseriti negli applicativi locali e importati nella piattaforma Covid appositamente predisposta dal CSI Piemonte e l’elaborazione epidemiologica dei dati sarà affidata al Seremi (Servizio di riferimento regionale di epidemiologia delle malattie infettive) di Alessandria.

Riportare gli esiti dei test sulla piattaforma Covid che consentirà di recuperare in tempo reale le informazioni utili ai fini epidemiologici direttamente dai referti validati dalle singole Asl - puntualizza Icardi - vuol dire applicare un modello di automatizzazione che non ha precedenti, risparmiando agli operatori il caricamento manuale di decine di migliaia di esiti. Sul piano sanitario, gli esiti positivi verranno interessati da approfondimenti diagnostici, anche attraverso l’utilizzo dei tamponi”.



 

28/04 - OGGI LA GIORNATA MONDIALE PER LA SALUTE E LA SICUREZZA SUI LUOGHI DI LAVORO.  Oggi, in occasione della giornata mondiale per la salute e sicurezza sul lavoro, si ricordano le migliaia di decessi che ogni anno avvengono nei luoghi di lavoro. Il 28 aprile e` una giornata che, come sindacato, abbiamo sempre dedicato alle vittime dell’amianto, ma quest’anno non possiamo non riflettere anche su quanto sta accadendo a causa della pandemia globale di Covid-19, che ha cambiato e forse continuera` a cambiare ancora per molto tempo, le nostre abitudini e i nostri usi”. Così i segretari confederali di CGIL, CISL e UIL, Rossana Dettori, Angelo Colombini e Silvana Roseto.

Oltre che una giornata “in ricordo”, vorremmo che quella di oggi - proseguono i tre dirigenti sindacali - fosse anche una giornata a sostegno di tutti quei lavoratori, medici in prima linea negli ospedali, infermieri, medici di base, parroci, carabinieri, giornalisti, farmacisti, personale delle forze dell’ordine, vigili del fuoco, vigili urbani, polizia penitenziaria, operai, impiegati, cassieri, addetti alle pulizie, badanti, autotrasportatori, che pur essendo tra i piu` esposti e colpiti da questa pandemia hanno continuato a lavorare affrontando difficolta` immense per la mancanza di dispositivi di protezione individuale adeguati, di piani di prevenzione, di procedure di sicurezza idonee”. 

L’infezione da Covid-19 - sottolineano i tre segretari confederali - ha superato tre milioni di casi certificati e oltre duecentomila decessi nel mondo. Sono dati che devono farci riflettere: e` mancato a livello globale un sistema di prevenzione e protezione dei cittadini e dei lavoratori. Se da una parte, il periodo di emergenza sanitaria ha richiesto l’adozione di azioni fortemente contenitive, tra cui la sospensione temporanea di numerose attivita` produttive, dall’altra le “attivita` essenziali” per la nostra quotidianita` e per la nostra salvaguardia sono rimaste aperte esponendo i lavoratori interessati”.

Nella ripresa, che tutti ci auspichiamo rapida e meno difficile dell’oggi, - aggiungono i tre dirigenti sindacali - bisognera` fare tesoro e valorizzare l’apporto di tutti coloro che hanno permesso la reale tenuta, coesione e unita` del Paese, e ricominciare a considerare come merita il ruolo delle persone che permettono alle imprese e alle amministrazioni pubbliche di funzionare, creare ricchezza e mettere i servizi a disposizione dei cittadini: vogliamo ribadire ancora una volta, come abbiamo fatto fino ad oggi nel tempo dell’emergenza, che il primo dei valori del lavoro e la condizione imprescindibile per cui esso possa dispiegare a pieno le sue potenzialita` e` la salute e la sicurezza -e quindi la prevenzione- come diritto di tutte e tutti”.

In questa fase di transitoria convivenza con il rischio di contagio che ci portera` ad una diversa ordinarieta` - concludono Dettori, Colombini e Roseto - e` importante che il protocollo chiaro e dettagliato, siglato d’intesa con le imprese e assunto dal Governo il 24 aprile scorso, venga declinato e soprattutto monitorato in ogni singola realta` produttiva. Ribadiamo che la salute dei lavoratori e delle lavoratrici rimane, per Cgil, Cisl e Uil un’assoluta priorita`. Tutelare la salute dei lavoratori vuol dire tutelare il lavoro”.



 

 

27/04 - PIEMONTE - RIAPERTURA DAL 4 MAGGIO CON MAGGIORE PRUDENZA RISPETTO AL RESTO D'ITALIA.  Al termine di un incontro in videoconferenza con il Comitato tecnico-scientifico dell’Unità di Crisi, il presidente Alberto Cirio ha dichiarato che “il Piemonte ha bisogno di guardare al 4 maggio e alla Fase 2 della ripartenza, ma confermando la linea del rigore e della prudenza che ha contraddistinto le nostre scelte fin dall’inizio di questa emergenza. Una linea che va di pari passo con la consapevolezza che il Piemonte ha bisogno di ripartire e di un nuovo equilibrio. Il Governo, con appositi protocolli di sicurezza, ha dato il via libera alla riapertura delle attività produttive, e questo avverrà anche in Piemonte.
Ma alla luce dei dati attuali, riteniamo invece necessario essere prudenti sulle attività sociali e su determinate attività commerciali, come ad esempio il "take away" (cibo da asporto), che possono creare situazioni di assembramento difficilmente gestibili soprattutto nelle grandi città come Torino, dove ci sono quartieri in cui si sono già create situazioni complesse dal punto di vista dell’ordine pubblico. Stesso discorso vale per gli spostamenti verso le seconde case, che consentiremo solo in un secondo momento quando le condizioni lo renderanno possibile. Nei prossimi giorni ci confronteremo con i prefetti e i rappresentanti delle istituzioni locali per analizzarle”.



 
26/04 - CONTE ANNUNCIA I DETTAGLI DELLA "FASE 2" . Eccoli in sintesi:
DAL 4 MAGGIO:
  • consentito spostarsi (nell'ambito della regione) solo per motivi di lavoro o di salute e per visite a parenti (NO assembramenti e obbligo di mascherina). No riunioni familiari che comportino assembramenti. rimane l'autocertificazione.
  • consentito accesso a parchi e giardini purchè sia regolamentato/contingentato per evitare assembramenti
  • Spostamenti tra regioni consentiti solo per ragioni di lavoro o per ritorno al proprio domicilio (con autocertificazione)
  • consentita attività motoria/sportiva individuale anche non nei pressi dell'abitazione (se sportiva, distanza minima di 2 metri)
  • Consentite le cerimonie funebri sino a 15 persone, con mascherine e distanziamento.
  • Ancora non consentite le messe.
  • consentito l'asporto da bar/ristoranti, senza assembramenti all'esterno ed il cibo dovrà essere consumato a casa.
  • riaprono le fabbriche, il settore costruzioni, il commercio all'ingrosso e l'indotto.
  • Sarà inoltre calmierato il prezzo delle mascherine (€ 0,50+iva per quelle chirurgiche) e verrà al più presto emanato decreto per eliminare del tutto l'IVA su questi prodotti.
DAL 18 MAGGIO:
 
  •  RIAPRONO I NEGOZI AL DETTAGLIO
  • MUSEI, MOSTRE, BIBLIOTECHE (con distanziamento)
  • consentiti allenamenti per gli sport di squadra.
 
DAL PRIMO GIUGNO:
 
  • RIAPRONO I PARRUCCHIERI, centri estetici, centri massaggi.
 
LE SCUOLE NON RIAPRONO SINO A SETTEMBRE. Si sta verificando la possibilità di effettuare gli esami di maturità in presenza. Verranno assunti 24.000 docenti precari tramite concorso.
 
IL BONUS "AUTONOMI" dovrebbe rinnovarsi automaticamente senza dover effettuare nuova richiesta.

 

25/04 - PIEMONTE - ENTRO IL 4 MAGGIO LA REGIONE PREVEDE DI DISTRIBUIRE 2 MILIONI DI MASCHERINE, E ALTRI 3 MILIONI ENTRO L'11 MAGGIO.  "La scelta di darle ai Comuni deriva da un fitto confronto con gli stessi enti e ci consentirà di farlo in modo rapido. Ad oggi posso dire che siamo l’unica Regione che distribuirà mascherine riutilizzabili a tutti i suoi cittadini” ha affermato l'Assessore alla Protezione Civile Marco Gabusi. Nel frattempo saranno attivati altri tre laboratori per l'analisi dei tamponi (a La Loggia, Biella e Novara) per arrivare ad analizzarne sino a 10.000 al giorno.  I macchinari utilizzati provengono da Stati Uniti e Cina e sono stati acquistati grazie ad alcune donazioni, tra cui quelle di Intesa Sanpaolo e Assicurazioni Generali.


24/04 - DA LUNEDI' 27 I PRIMI RIENTRI IN FABBRICA ALLE CARROZZERIE MIRAFIORI: l'agenzia ANSA ha appena diffuso le modalità del rientro per i primi 250 operai, che saranno impiegati per le attività preparatorie alla produzione della 500 elettrica. Le regole del rientro in fabbrica - già stabilite nell'accordo con i sindacati nazionali - sono state illustrate da Fca ai delegati Fim, Fiom e Uilm e ai rappresentanti della sicurezza in un sopralluogo a Mirafiori. LEGGI L'ARTICOLO COMPLETO


24/04 - RAGGIUNTA INTESA GOVERNO-PARTI SOCIALI PER RAFFORZARE E AMPLIARE IL PROTOCOLLO NAZIONALE PER GARANTIRE SICUREZZA E SALUTE NEI LUOGHI DI LAVORO.

Abbiamo completato nel corso di una intensa giornata e notte di lavoro il protocollo nazionale sulla sicurezza e salute che dovrà essere applicato ora in tutti i luoghi di lavoro per garantire la ripartenza in sicurezza delle attività produttive”.Lo sottolinea la Segretaria generale della Cisl, Annamaria Furlan riferendosi al lavoro che Governo e parti sociali hanno svolto per integrare il Protocollo per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid -19 che dovrà rispondere, dal 4 maggio in poi, ad una nuova realtà; quella della ripresa dell'attività produttiva con tutti i rischi che questo comporta.

Il nostro giudizio è positivo perché l’accordo riassume le indicazioni di Inail e comitato Tecnico Scentifico ed al tempo stesso rafforza ed amplia i contenuti del Protocollo del 14 Marzo per le misure di contrasto e contenimento della diffusione del virus negli ambienti di lavoro. Dopo un negoziato molto lungo e complesso con le Associazioni Datoriali abbiamo trovato una sintesi equilibrata e responsabile attraverso l’inserimento di azioni e procedure molto innovative necessarie al miglioramento degli interventi finalizzati a garantire regole e condizioni stabili per la sicurezza e la tutela della salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro”.

È stato un lungo e difficilissimo confronto, giunto sino ai limiti della rottura. Alla fine, siamo riusciti ad evitare che prevalessero posizioni intransigenti e a garantire un efficace adeguamento del Protocollo del 14 marzo. L’obiettivo è quello della graduale ripresa delle attività produttive e dell’economia del Paese, nel rispetto della sicurezza e della salute dei lavoratori, dei pensionati e di tutti i cittadini”. Questo il primo commento del Segretario generale della UIL Carmelo Barbagallo, sull’esito della lunghissima maratona che, per l’intera nottata, ha visto Cgil, Cisl, Uil e le Associazioni imprenditoriali confrontarsi in merito alle proposte avanzate dal Governo.

Poi, all’alba, è stata chiamata in causa la Ministra Catalfo, per decidere, insieme, come rendere esigibile l’applicazione del documento. Si è così ricostituito il tavolo tra tutti e tre i soggetti che lo avevano avviato nel primo pomeriggio di ieri. Presenti per la Uil anche il Segretario generale aggiunto, Pierpaolo Bombardieri, e le Segretarie confederali Tiziana Bocchi, Silvana Roseto, Ivana Veronese.

Sono stati affrontati e definiti, quindi, tutti i capitoli controversi: dal ruolo del medico competente all’istituzione di un comitato territoriale per monitorare e sostenere le piccole aziende nella gestione di questa fase, sino alla sanzione della sospensione dell’attività per le imprese inadempienti. “La UIL - ha sottolineato Barbagallo - ha evidenziato che le richieste sindacali erano scaturite dal carattere “emergenziale” del provvedimento. Ecco perché sono state colte le indicazioni dell’Inail e del Comitato di esperti, così come proposte dal Governo, a tutela della salute di tutti i lavoratori.  Alla fine ha prevalso il senso di responsabilità - ha concluso Barbagallo - e sono state adottate le migliori soluzioni che è stato possibile condividere”.


 

24/04 - UN 25 APRILE DIVERSO: al tempo del Coronavirus, la Festa per il 75° Anniversario della Liberazione si sposta sul web e diventa un "corteo virtuale" di eventi e persone. A Torino ad esempio è stato predisposto un ricco programma da seguire in diretta su vari siti.  Si potranno ascoltare aneddoti e racconti sul significato del 25 aprile e gli interventi dei protagonisti della Liberazione come Bruno Segre, sul tema della resistenza tra neofascismo e coronavirus e Maria Grazia Sestero con l'invito al "Flash Mob" dai balconi di tutte le case italiane per cantare tutti insieme "Bella Ciao" ALLE ORE 15.

Le piattaforme internet sulle quali sarà possibile seguire la maratona – dalle 10.00 alle 18.30 di sabato 25 aprile – sono:
- www.comune.torino.it,    www.cr.piemonte.it,   www.lastampa.it,   www.quotidianopiemontese.it,
- www.acontrainte.itwww.aicstvtorino.com,   www.playwithfood.it,   www.lockdowntorino.it
e sulle pagine facebook: www.facebook.com/SantAnnaDiStazzemawww.facebook.com/a.m.benedicta.

PROGRAMMA COMPLETO EVENTI


 

23/04 - PIEMONTE: CAMBIA L'ORGANIGRAMMA DELL'UNITA' DI CRISI DELLA REGIONE - DA OGGI POSSIBILE RITIRARE GRATUITAMENTE IN FARMACIA IL FARMACO A BASE DI IDROSSICLOROCHINA (con ricetta del medico di base).
Un comunicato della Regione annuncia la sostituzione di Mario Raviolo: " L'Unità di Crisi della Regione Piemonte ha affidato a Paolo Vineis, 69 anni, originario di Alba, epidemiologo di fama internazionale e attualmente professore al Centre for Environment and Health School of Public Health dell’Imperial College di Londra, la responsabilità della nuova Area di programmazione epidemiologica a supporto alla Pianificazione strategica.  A renderlo noto il commissario straordinario Vincenzo Coccolo e l’assessore regionale alla Sanità, Luigi Genesio Icardi, che hanno condiviso la scelta di allargare il novero delle competenze necessarie a gestire la nuova fase dell’emergenza.

L’organigramma dell’Unità di Crisi comprende altre novità: il coordinamento regionale dell’Area di psichiatria, rappresentato dal direttore di psichiatria dell’Asl To4 Massimo Rosa; il coordinamento regionale dell’Area di psicologia, affidato al presidente dell’Ordine degli Psicologi del Piemonte, Giancarlo Marenco; l’affidamento a Elide Azzan, direttore sanitario dell’Asl di Novara, del coordinamento della nuova area di collegamento con il Dipartimento di Emergenza 118, che di fatto sostituirà l’area di Maxiemergenza guidata da Mario Raviolo.

Nel frattempo da oggi sarà possibile ritirare gratuitamente in farmacia (se disponibile, s'intende...) il farmaco che pare avere una qualche efficacia nel trattamento del COVID-19, l'idrossiclorochina (più nota come ad es. sotto il nome di "Plaquenil"). Ovviamente dovrà essere prescritta dal medico, che dovrà anche valutare le eventuali controindicazioni ed effetti collaterali. L'efficacia di questo farmaco, peraltro, è ancora non pienamente accertata, anche se in vari casi si è notato nel paziente un consistente miglioramento che ha evitato il ricorso alla terapia intensiva.

 



22/04 - LOMBARDIA: CHI NON HA FATTO IL TAMPONE NON ESISTE: un interessante articolo di Elena Zacchetti comparso oggi sul giornale online " IL POST " racconta la situazione della Lombardia: una regione in cui i malati di COVID-19 senza tampone sono decine, forse centinaia di migliaia: non risultano da nessuna parte e non hanno obbligo di quarantena, ed è un grosso problema.... Leggi l'articolo.


20/04 - PIEMONTE - Via libera della Giunta regionale a un piano di screening che verifichi, mediante l'effettuazione di test immunometrici IgG semiquantitativi, la risposta nei confronti del Coronavirus del personale del Servizio sanitario, dei medici specialisti ambulatoriali, degli operatori del 118 che operano nel Servizio sanitario regionale e dei medici convenzionati (medici di base, guardie mediche e pediatri di libera scelta).
“Dagli esiti di questa indagine - ha osservato l’assessore alla Sanità, Luigi Genesio Icardi - contiamo di ottenere preziose indicazioni ai fini della ripianificazione delle misure di contenimento dell’epidemia e della conseguente attività ospedaliera e territoriale”.
 
Per la realizzazione del piano è stato deciso l’acquisto di 70.000 test, secondo le indicazioni di un apposito gruppo di lavoro costituitosi nell’ambito del Comitato tecnico-scientifico dell’Unità di Crisi e composto da esperti di comprovata esperienza.
I test saranno effettuati utilizzando la rete dei laboratori pubblici non appena saranno disponibili le forniture acquisite, probabilmente già entro questa settimana. A questo scopo si stanno allertando le aziende sanitarie per organizzare i prelievi di sangue del personale.

19/04 - PIEMONTE. Entro domani vanno presentate le domande per il nuovo bando per infermieri e operatori socio-assistenziali. L’Unità di Crisi della Regione Piemonte ha aperto un nuovo bando di ricerca di personale a tempo determinato per infermieri e per operatori socio-sanitari con disponibilità di lavorare in reparti strutturati a svolgere le mansioni lavorative con turni 24 ore su 24. 
A richiedere infermieri professionali sono Asl Città di Torino, TO3, TO4, TO5, AT, VC, NO, VCO, BI, Aou San Luigi di Orbassano e Maggiore della Carità di Novara, Ao SS. Antonio e Biagio e C. Arrigo di Alessandria. Gli OSS sono richiesti da Asl TO3, TO4, TO5, VC, NO, VCO, e Aou Maggiore della Carità di Novara.

I candidati potranno optare per una sola delle aziende sopra elencate. Le domande dovranno pervenire entro le ore 23:59:59 di lunedì 20 aprile a https://aslcittaditorino.iscrizioneconcorsi.it/ 
Informazioni sul Bando per OSS
Informazioni sul Bando per Infermieri


 

19/04 - TOSCANA: OBBLIGATORIE DA DOMANI LE MASCHERINE PER USCIRE DI CASA. Scatta da lunedì 20 l'obbligo di indossare la mascherina quando si esce di casa in tutti i comuni della Toscana. In particolare, domani l'obbligo scatta a Firenze, Livorno, e Massa, mentre è già entrato in vigore oggi a Pisa, Grosseto, e Carrara e dai giorni scorsi era già effettivo a Prato, Pistoia, Lucca, Siena e Arezzo.  Al via anche i controlli, chi non rispetterà l'obbligo sarà sanzionato. "Da domani chi uscirà di casa dovrà sempre indossare la mascherina - sottolinea il sindaco di Firenze Dario Nardella - utile per evitare i rischi di contagio. Vorrei ricordare che è importante mantenere il distanziamento sociale imposto dalle norme nazionali e regionali". (fonte: ANSA)

 


18/04 - ESAMI DI MATURITA' 2020: La Ministra Azzolina ha firmato il decreto: la commissione esaminatrice sarà formata da membri interni, solo il Presidente sarà esterno.  Cambia la composizione della commissione dell’Esame di Stato del secondo ciclo. La Ministra Lucia Azzolina ha firmato ieri sera l’ordinanza, attuativa del decreto legge dell'8 aprile su Esami e valutazione, che, in ragione dell’emergenza coronavirus e dell’impatto che ha avuto sulla scuola, prevede, per quest’anno, una commissione formata da 6 commissari interni e dal presidente esterno. 
“In questo modo - ha spiegato la Ministra - gli studenti saranno valutati da docenti che conoscono il loro percorso e quanto realmente fatto durante questo particolare anno scolastico. Vogliamo un Esame di Stato vero, serio, ma che tenga conto anche delle difficoltà affrontate a causa dell’emergenza ancora in atto”.
​​​​​​​I presidenti saranno nominati dagli Uffici scolastici regionali, i commissari dai consigli di classe. Nella composizione della commissione si terrà conto dell’equilibrio fra le varie discipline di ciascun indirizzo. In ogni caso, sarà assicurata la presenza del commissario di Italiano e di uno o più commissari che insegnano le discipline di indirizzo.



 

17/04 - STUDIO CONFERMA CHE PARLANDO (specie ad alta voce) SI POSSONO DIFFONDERE LE GOCCIOLINE CHE TRASPORTANO IL CORONAVIRUS.  E' stato appena pubblicato sul "New England Journal of Medicine" un interessante (e preoccupante...) articolo di alcuni studiosi del National Institutes of Health di Bethesda (Maryland-USA) che hanno realizzato un sistema per "vedere" le goccioline (droplets) emesse parlando grazie ad un laser verde che le illumina all'interno di una sorta di "tunnel" composto da una scatola di cartone (53×46×62 cm) il cui interno è stato verniciato di nero per creare un ambiente completamente buio e non riflettente.
Una persona parla, con diverse intesità di voce, ad una estremità, aperta, del "tunnel" (la scatola di cartone), prima senza e poi con una mascherina. Su di un lato della scatola è stato praticato un foro, attraverso cui il laser genera una sorta di "tenda di luce", mentre all'estremità opposta alla persona che parla la telecamera di un iPhone 11Pro riprende la scena.
I risultati sono ben visibili nel video che puoi trovare a questo link.



 

16/04 - CGIL-CISL-UIL AL PREMIER CONTE: " PRIMA DELLA FASE DUE OCCORRE DEFINIRE LE CONDIZIONI PER GARANTIRE LA SICUREZZA E LA SALUTE DEI LAVORATORI." 

"Cgil Cisl e Uil hanno chiesto oggi un incontro urgente al Presidente del Consiglio per un confronto sulla ripresa delle attività produttive, economiche e sociali  " perché riteniamo fondamentale che venga mantenuto un forte presidio e una regia nazionale sul tema della sicurezza e della tutela massima della salute per tutti i lavoratori e le lavoratrici. Il nostro obiettivo è arrivare, lavorando insieme, preparati alle scadenze di maggio contenute nel Dpcm del 10 aprile". Così I segretari generali di Cgil, Cisl e Uil, Maurizio Landini, Annamaria Furlan e Carmelo Barbagallo, nella lettera inviata al presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, per chiedere  la convocazione di un nuovo incontro in vista del decreto di aprile e dell'avvio della 'fase 2' e definire le migliori condizioni capaci di coniugare tutela della salute e ripresa delle attività sociali, economiche e produttive.

"Siamo preoccupati delle iniziative di singole regioni o realtà territoriali del paese - si legge nella lettera -  perché crediamo che in tal modo si possano pregiudicare gli sforzi che tutto il paese ha messo in campo con il rischio di non garantire regole omogenee per tutti. Non è il momento delle fughe in avanti o dei protagonismi. Occorrono linee guida omogenee e dettagliate da parte del Governo condivise con le parti sociali ed i livelli istituzionali tenendo conto delle indicazioni dei comitati tecnici e scientifici insediati dal Governo. Devono essere rispettate tutte le procedure previste dal protocollo sulla sicurezza sottoscritto il 14 marzo scorso dal Governo e da tutte le parti sociali, con le necessarie implementazioni e sostegni legislativi. Gli eventuali test sanitari devono essere vidimati e certificati dal Comitato tecnico scientifico e dal Ministero della salute e in ogni caso gestiti dal Servizio sanitario pubblico. Vanno definite condizioni di sicurezza nel sistema dei trasporti dei lavoratori e dei cittadini."

Per i tre segretari generali  "necessaria una sintesi a livello nazionale in modo dare certezza e regole precise da adottare a tutte le regioni, ai territori, alle aziende a tutti i settori della pubblica amministrazione e dei servizi pubblici. La distribuzione dei dispositivi di sicurezza per i lavoratori e cittadini deve essere garantita in tutti i territori e dei luoghi di lavoro. Si devono, altresì, discutere delle misure a sostegno del lavoro che il Governo sarà chiamato ad adottare nei prossimi provvedimenti legislativi. E’ prioritario, dunque, che sia data continuità, ma più efficienza e rapidità nell’erogazione dei relativi assegni, a tutti gli ammortizzatori sociali necessari a gestire il graduale rientro dei lavoratori nel processo produttivo, in coerenza con un’organizzazione del lavoro rispettosa della sicurezza. E’ il momento della coesione e dell’unità per uscire dall’emergenza sanitaria per costruire le condizioni di un nuovo modello sociale economico e del lavoro. Per tali ragioni Cgil, Cisl e Uil sollecitano un confronto urgente con il Governo e con le parti sociali nello spirito costruttivo e responsabile che ha caratterizzato questa fase di difficile gestione dell’emergenza sanitaria, sociale ed economica" concludono i tre segretari generali.



15/04 - IL PIEMONTE DISTRIBUIRA' GRATUITAMENTE LE MASCHERINE A TUTTI I CITTADINI.

 


La Regione Piemonte ha annunciato quest'oggi l’acquisto di 5 milioni di mascherine lavabili da distribuire a tutta la popolazione piemontese.  Il costo di 6 milioni di euro verrà coperto utilizzando una parte delle donazioni ricevute sul conto corrente attivato per l’emergenza Coronavirus. Ad aggiudicarsi la gara realizzata tramite SCR sono state tre aziende piemontesi. 
Per quanto riguarda le modalità di distribuzione, il presidente Alberto Cirio, insieme agli assessori Marco Gabusi e Luigi Icardi, precisa che “con Poste italiane e le associazioni che rappresentano gli enti locali stiamo definendo le modalità migliori per organizzare la distribuzione alle famiglie su tutto il territorio”. Cirio e i due assessori ringraziano “ tutti i capigruppo del Consiglio regionale per la sensibilità dimostrata e la generosità di chi ci ha permesso con le proprie donazioni di coprire la spesa. Prima di rendere le mascherine obbligatorie era, infatti, fondamentale poterle garantire a tutti, ancor più in vista della fase di ripartenza

 


 

15/04 - Il PIEMONTE sta mettendo a punto un vademecum per fare ripartire le imprese in sicurezza. Da capogiro i fabbisogni indicati da 80 esperti delle Università piemontesi e dei centri di ricerca, coordinati dal Politecnico di Torino: i lavoratori italiani avranno bisogno di quasi un miliardo di mascherine al mese, 9 milioni di litri di gel igienizzante, 456 milioni di guanti, 2,1 milioni di termometri. 
"Invieremo questo documento al premier Conte mettendo a disposizione del Paese il lavoro di studio elaborato in Piemonte, che testeremo su un campione di realtà del territorio che si sono già rese disponibili - ha affermato il presidente Alberto Cirio - Abbiamo bisogno che le nostre imprese ripartano, ma è fondamentale che lo facciano in sicurezza perché non si vanifichino tutti gli sforzi messi in campo finora".



14/04 - DISPONIBILE ONLINE IL MODULO PER LA RICHIESTA DI GARANZIA SUL FINANZIAMENTO PER PICCOLE E MEDIE IMPRESE SINO A € 25.000 € .  È stato pubblicato sul sito “fondidigaranzia.it” il modulo per la richiesta di garanzia fino a 25mila euro, che il beneficiario dovrà compilare e inviare per mail (anche non certificata) alla banca cui si rivolgerà per richiedere il finanziamento. Si sta anche lavorando per accelerare le istruttorie bancarie con l’obiettivo di ridurre al minimo il tempo di attesa tra la richiesta di finanziamento e l’accredito sul proprio conto corrente.  SCARICA IL MODULO. (è in formato word)



13/04 - ITALIA: LE PROSPETTIVE PER L'ESTATE in un interessante articolo che abbiamo trovato su Il Fatto Quotidiano: test del sangue e mascherina per accedere a stabilimenti balneari e villaggi vacanze? Leggi tutto.


12/04 - PIEMONTE: MISURE PIU' RESTRITTIVE SINO AL 3 MAGGIO. Il Presidente della Regione Alberto Cirio ha comunicato che firmerà a breve l’ordinanza con la quale il Piemonte prosegue con la linea del rigore per il contenimento del Coronavirus: tutte le regole in vigore in questo momento saranno prorogate fino al 3 maggio e pertanto restano chiuse anche le librerie, le cartolibrerie e i negozi di abbigliamento per l’infanzia. Resta salva, però, la possibilità di vendita con consegna a domicilio per tutte le diverse categorie merceologiche.  “So che per tutti è un grande sforzo continuare a mantenere e rispettare la linea del rigore, ma è l’unico modo per non vanificare i sacrifici fatti finora“, ha commentato Cirio.


11/04 - LEGGI IL TESTO INTEGRALE DEL D.P.C.M. del 10/04 (proroga misure sino al 3 maggio e categorie di attività che possono operare)



10/04 - PROROGATE LE MISURE DI CONTENIMENTO DELL'EPIDEMIA SINO AL 3 MAGGIO. Nella conferenza stampa appena terminata il Presidente del Consiglio Conte ha preannunciato il contenuto del nuovo DPCM: "Proroghiamo le misure restrittive fino al 3 maggio, una decisione difficile ma necessaria di cui mi assumo tutte le responsabilità politiche, non possiamo vanificare gli sforzi sin qui fatti" , si rischierebbe "un aumento dei decessi e delle vittime".
Vi sono però alcune deroghe alle restrizioni: infatti dal 14 aprile potranno riaprire cartolibrerie e librerie e anche negozi per neonati e bambini


10/04 - UN VIDEO DELLA TV PUBBLICA GIAPPONESE NHK MOSTRA COME SI PUO' DIFFONDERE IL CORONAVIRUS ATTRAVERSO LE MICROSCOPICHE GOCCE EMESSE QUANDO SI TOSSISCE, SI PARLA A DISTANZA RAVVICINATA O SI STARNUTISCE.  Il video è in inglese, ma è comunque facilmente comprensibile.


10/04 - PIEMONTE: NUOVA ORDINANZA DELLA REGIONE STABILISCE CHIUSURA ESERCIZI COMMERCIALI A PASQUA E PASQUETTA. Il Presidente della Regione Alberto Cirio ha firmato ieri sera una ordinanza che stabilisce la chiusura di tutti gli esercizi commerciali dalle ore 13 di domenica 12 aprile fino alla mezzanotte di lunedì 13 aprile, ad eccezione di farmacie, parafarmacie e di tutti gli esercizi dedicati alla vendita esclusiva di prodotti sanitari. Consentite le consegne a domicilio per tutti i settori merceologici, da eseguire nel rispetto delle regole di sicurezza.

"Ora più che mai i nostri comportamenti sono importanti ed è fondamentale restare a casa, anche in giornate come Pasqua e Pasquetta che abbiamo sempre vissuto come momenti di festa da trascorrere in compagnia - ha affermato Cirio - Per questo ho scritto alle Prefetture del territorio chiedendo di intensificare i controlli sugli spostamenti e ho predisposto la chiusura degli esercizi commerciali il 12 e 13 aprile, ad eccezione della domenica mattina per evitare che tra venerdì e sabato si creasse una concentrazione di uscite per gli acquisti".


10/04 - FCA-SINDACATI: FIRMATO IMPORTANTE ACCORDO SULLE LINEE GUIDA ANTI CONTAGIO DA SEGUIRE AL RIENTRO AL LAVORO, NELLA "FASE DUE ", PER TUTELARE LA SICUREZZA DEI LAVORATORI, APPROVATO ANCHE DAL PROF. BURIONILEGGI IL COMUNICATO STAMPA.

LE MISURE DA ADOTTARE AL RIENTRO AL LAVORO:

  • Misurazione della temperatura: a tutte le persone che entreranno in azienda attraverso termo-scanner e termometro manuale a distanza da parte di personale formato e coordinato dal medico competente di sito con utilizzo di mascherine FFP2 e guanti e occhiali di protezione.
  • Mascherine chirurgiche: tutti i lavoratori (due per ogni turno di lavoro) saranno dotati di mascherine.
  • RLS: Coinvolgimento attivo delle Rls per il costante monitoraggio e l’efficace applicazione delle nuove misure emergenziali.
  • Pulizia del posto di lavoro: a cura del singolo lavoratore prima dell’inizio dell’attività lavorativa, con utilizzo di mascherine, occhiali e guanti specifici.
  • Dispenser di gel igienizzanti: in aree specifiche degli stabilimenti per consentire un’igienizzazione costante ai lavoratori
  • Distanza sociale di 1 metro: rispetto delle norme sul posto di lavoro, mediante revisore di layout e tempi di lavoro, anche attraverso l’utilizzo di segnaletica sul pavimento. Rispetto della distanza anche per quanto concerne la mensa e le aree ristoro
  • Lavoratori Iper suscettibili: è stata riposta molta attenzione nella gestione del personale con specifiche patologie che rendono alcuni soggetti vulnerabili; il loro rientro a lavoro sarà definito in base all’esito della certificazione medica del lavoratore e della documentazione disponibile presso la sala medica aziendale. 
  • Smart Working: continua come misura importante per limitare la presenza fisica all’interno dell’azienda.
  • Pause: saranno rivisti i sistemi di pause nelle singole realtà produttive per consentire il distanziamento delle persone attraverso la ridistribuzione delle pause nel turno di lavoro o la differenziazione degli orari di pausa tra i singoli reparti e le diverse aree di lavoro.
  • Uscita dagli stabilimenti: al fine di evitare assembramenti soprattutto in uscita dagli stabilimenti è stata prevista la revisione degli orari di inizio dei turni di lavoro, la mancata timbratura in uscita che sarà certificata dal responsabile diretto fino all’utilizzo di più aeree di parcheggio.
  • Cassa Integrazione: In ultimo sull’utilizzo della cassa integrazione si è deciso di adottare specifici meccanismi di rotazione tra i lavoratori a parità di mansione al fine di ridurre anche l’impatto economico negativo derivante dall’ammortizzatore sociale.

9/04 - UN VIDEO REALIZZATO DALL'UNIVERSITA' FINLANDESE AALTO SPIEGA PERCHE' TUTTI DOVREMMO INDOSSARE LA MASCHERINA QUANDO ANDIAMO AL SUPERMERCATO.  Un uomo tossisce in una corsia, e vediamo che cosa succede del suo "aerosol" di microscopiche goccioline....

 


9/04 - PIEMONTE: LA REGIONE RENDE DISPONIBILE SUL SUO SITO LA MAPPA DEI CONTAGI DA COVID19 COMUNE PER COMUNE. GUARDA LA MAPPA DEI CONTAGI DELLA REGIONE PIEMONTE.


8/04 - TORINO: LE BIBLIOTECHE CIVICHE TORINESI ATTIVANO NUOVI SERVIZI ONLINE PER I CITTADINI:
-
Assistenza per dubbi ed esercitazioni di lingua italiana, francese e inglese. Per gli studenti il supporto riguarda anche le materie scolastiche, in particolare scienze, matematica, storia, latino e greco.
- Identità digitale e servizi online: i volontari e le volontarie del progetto Senior civico, collegandosi in videoconferenza con l’utente, risponderanno alle domande e daranno informazioni su come registrare la propria identità digitale e usare i servizi online del Comune (anagrafe, biblioteca, casa, fisco, tributi, inps, pagamenti, scuola, salute e trasporti).
- Pronto soccorso informatico: un aiuto a distanza per rispondere alle domande sull’uso del pc, dello smartphone, di programmi e applicazioni.
- La voce delle Biblioteche civiche torinesi: iniziativa organizzata in collaborazione con Tradiradio, la web radio della Rete Italiana di Cultura Popolare. Due appuntamenti settimanali, il martedì e il giovedì, con la messa in onda alle 13.15 di proposte di lettura e interviste a scrittori, lettori, bibliotecari, realizzate in collaborazione con la Rete. LEGGI TUTTI I DETTAGLI SUL SITO DEL COMUNE DI TORINO.


 

8/04 - PIEMONTE: RICERCA PERSONALE PER EMERGENZA CORONAVIRUS: La Regione Piemonte ha pubblicato un avviso per il reclutamento di operatori socio-sanitari a tempo determinato (1 anno) da destinare all'Asl CN2 Alba-Bra. C'è tempo fino all'11 aprile per rispondere.  Leggi tutto sulla pagina della Regione Piemonte.

 


8/04 - TORINO - PROSEGUE LA DISTRIBUZIONE DEI BUONI SPESA. (dal sito del Comune di Torino) Martedì 7 è proseguita la distribuzione, tramite piattaforma telematica, di altri 3742 buoni spesa per le persone in difficoltà a causa dell'emergenza Covid-19, per un totale di 6510 buoni. Di questi 5.428 sono già stati scaricati alle 18 di martedi, per un controvalore di 1.959.000 euro già nella disponibilità delle famiglie. La distribuzione continua sino a giovedì 9/4.
Proseguono le verifiche sulle rimanenti domande (ne sono pervenute circa 20mila).
A gruppi, sino a giovedì 9 aprile, i buoni verranno inoltrati ai richiedenti che hanno i requisiti previsti e che non percepiscono alcun tipo di sussidio pubblico: l'invio consiste in un SMS, al recapito indicato nella domanda, che contiene il codice da utilizzare per entrare nel sito web dedicato e scaricare i buoni spesa assegnati (in tagli dal valore di 25 euro, sino all'occorrenza di 300, 400 o 500 euro a seconda del numero dei componenti del nucleo anagrafico) con un documento pdf unico, contenente tutti i buoni spesa, uno per pagina.
Per entrare nella piattaforma occorre avere il numero di domanda, codice fiscale e PIN ricevuto via SMS (la distribuzione dei PIN è a gruppi, man mano che terminano le verifiche delle domande, si prega di attendere, verranno inviati tutti entro giovedì 9).

Il documento potrà essere stampato o fatto vedere da smartphone all'esercente per essere inquadrato dal lettore di codice a barre e consumati: un elenco di esercenti che accettano il buono spesa è al fondo di questo messaggio.
L'SMS con il codice rappresenta pertanto la conferma dell'avvenuta assegnazione del buono spesa.
Poichè l'inoltro dei SMS avviene a scaglioni, man mano che terminano, con esito positivo, i controlli sull'autodichiarazione presentata, si prega di NON chiamare il call center comunale e di attendere l'arrivo del SMS entro, al massimo, giovedì 9. "



7/04 - NAZIONALE:  ATTENZIONE A FALSI SMS INPS:  Questa mattina l'INPS ha emesso il seguente comunicato:  " L’INPS informa i propri utenti che si sono nuovamente verificati sospetti tentativi fraudolenti di richiesta di dati sensibili, il cosiddetto phishing.  In particolare, sarebbe in atto una campagna di malware attraverso l’invio di SMS che invitano a cliccare su un link per aggiornare la propria domanda COVID-19 e inducono a installare una app malevola. Questi SMS NON sono inviati dall’INPS. Eventuali SMS che l’Istituto dovesse inviare non conterranno link a siti web, l’unico accesso ai servizi INPS è tramite il sito istituzionale.


6/04 - PIEMONTE: da MERCOLEDI' 8 OBBLIGATORIA LA MASCHERINA E I GUANTI PER GLI ADDETTI ALLE VENDITE (ANCHE NEI MERCATI) e RACCOMANDATE PER I CLIENTI.

Il presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio, ha firmato una NUOVA ORDINANZA (n. 39 del 6/4) con alcune nuove misure sul territorio piemontese per il contenimento del Coronavirus: in particolare segnaliamo che:
- da mercoledì 8 aprile
sarà obbligatorio per il personale addetto alla vendita l’uso di dispositivi di protezione quali mascherina e guanti monouso.
- si raccomanda ai singoli cittadini che entreranno in un esercizio commerciale o accederanno ad aree mercatali di utilizzare la mascherina o qualsiasi altro indumento a copertura di naso e bocca;
- si possono utilizzare taxi e autonoleggi per la consegna a domicilio di beni, spesa e medicinali (il servizio dovrà essere svolto nel rispetto di tutte le disposizioni anti contagio e avrà un tetto massimo di 7,50 euro per le consegne nel raggio di 2,5 km, 10 euro al massimo nell’ambito del medesimo comune e 15 euro al massimo nell'ambito di più comuni, non saranno consentiti ulteriori indennizzi o sovrapprezzi).
- Le persone addette all’assistenza di minori, anziani, ammalati o diversamente abili (baby sitter e badanti) potranno svolgere la propria attività. Chi svolge mansioni di collaborazione domestica (colf) potrà continuare solo in presenza di comprovate esigenze (le modalità saranno precisate a breve).

LEGGI IL TESTO COMPLETO DELL'ORDINANZA.


 

6/04 - TORINO - GIA' ESAURITO IL BUDGET (AL MOMENTO) PER I BUONI SPESA: PRESENTATE  20.000 DOMANDE IN TRE GIORNI.  Da oggi, i cittadini le cui richieste sono state accettate inizieranno a ricevere un SMS con il codice per accedere al sito web dedicato da cui scaricare il buono spesa.

Riportiamo qui di seguito il testo del comunicato del Comune di Torino:
"
A gruppi, a partire da lunedi 6 e sino a giovedì 9 aprile, i buoni verranno inoltrati ai richiedenti che hanno i requisiti previsti e che non percepiscono alcun tipo di sussidio pubblico: l'invio consiste in un SMS, al recapito indicato nella domanda, che contiene il codice da utilizzare per entrare nel sito web dedicato e scaricare i buoni spesa assegnati (in tagli dal valore di 25 euro, sino all'occorrenza di 300, 400 o 500 euro a seconda del numero dei componenti del nucleo anagrafico) con un documento pdf unico, contenente tutti i buoni spesa, uno per pagina.
Il documento potrà essere stampato o fatto vedere da smartphone all'esercente per essere inquadrato dal lettore di codice a barre e consumati: un elenco di esercenti che accettano il buono spesa è al fondo di questo messaggio.
L'SMS con il codice rappresenta pertanto la conferma dell'avvenuta assegnazione del buono spesa.
Poichè l'inoltro dei SMS avviene a scaglioni, man mano che terminano, con esito positivo, i controlli sull'autodichiarazione presentata, si prega di NON chiamare il call center comunale e di attendere l'arrivo del SMS entro, al massimo, giovedì 9.

In seguito all'elevato numero di domande presentate (circa 20mila), il budget messo a disposizione della Città con l'Ordinanza del Capo del dipartimento della Protezione civile e destinato alla fornitura buoni spesa per le persone in difficoltà a causa dell'emergenza Covid-19, è al momento esaurito.
Sia per tutte le domande presentate domenica 5/4, come da messaggio presente prima dell'ingresso nel sistema, e sia per tutte le altre domande precedentemente inviate nel caso siano state dichiarate altre forme di reddito o di sussidi pubblici, non è possibile assicurare l'assegnazione dei buoni spesa.
Per tutti coloro che non rientrano nell'assegnazione dei buoni spesa (che non avranno ricevuto, entro giovedì 9, il messaggio SMS con il codice per scaricarli) e che comunque presentano situazioni di necessità, la Città sta individuando forme alternative di aiuto.
La Città distribuirà, con questo strumento dei buoni spesa oltre 4 milioni di euro, ed è già impegnata per poter proseguire questa ed altre azioni, sempre più indispensabili, per reperire ulteriori risorse.



5/04 - LOMBARDIA: DA OGGI QUANDO SI ESCE DI CASA OBBLIGATORIO INDOSSARE UNA MASCHERINA O UNA SCIARPA PER COPRIRE NASO E BOCCA. Leggi i dettagli.


4/04 - PIEMONTE: ALCUNI CHIARIMENTI DELLA REGIONE AL DECRETO N. 36 DEL 3/4: LEGGI IL TESTO COMPLETO


3/04 - PIEMONTE - IL PRESIDENTE DELLA REGIONE, ALBERTO CIRIO, HA FIRMATO LA PROROGA DELL'ORDINANZA sulle misure di contenimento al Coronavirus valide su tutto il Piemonte: avrà efficacia fino al 13 aprile, in linea con il decreto del Governo. In Piemonte restano valide tutte le restrizioni già previste, ma sono presenti alcune novità che stringono ulteriormente le maglie del contenimento:

  • vietata ogni attività sportiva all’aria aperta, salvo brevi uscite nei pressi della propria abitazione che sono consentite solo entro una distanza massima di 200 metri
  • estesa in modo specifico anche ai mercati la regola che vi si possa recare una sola persona per nucleo familiare, esattamente come già previsto per tutti gli altri esercizi commerciali.
  • badanti e colf possono proseguire l’attività lavorativa solo in caso di assistenza necessaria per persone non autosufficienti o parzialmente autosufficienti. LEGGI IL TESTO COMPLETO

3/04 - BUONI SPESA: A TORINO DA OGGI SUL SITO DEL COMUNE E' POSSIBILE PROCEDERE ALLA DOMANDA PER IL BUONO SPESA per soddisfare le necessità più urgenti ed essenziali, dando priorità a coloro che non ricevono alcun sostegno economico pubblico (Reddito di Cittadinanza, REI, NASPI, indennità di mobilità, cassa integrazione guadagni ecc.).
Il codice che compare al termine della procedura online non serve ad usufruire subito del buono, che sarà inviato, a partire da lunedì 6 aprile, ai recapiti mail e cellulare indicati dal richiedente.

Chi non potesse effettuare la richiesta online può farla chiamando il CALL CENTER DEDICATO
al n. 011 011 30 003. 
Un operatore comunale effettuerà, in collegamento telefonico con l'utente, la compilazione della domanda.
Il servizio di call center sarà aperto nei seguenti orari:
Venerdì 3 aprile dalle ore 10 alle ore 18
Sabato 4 aprile dalle ore 9 alle ore 17
Domenica 5 aprile dalle ore 9 alle ore 12
Dalla prossima settimana: da lunedì a venerdì dalle ore 9 alle ore 18.



 

2/04 - PIEMONTE: CGIL-CISL-UIL CHIEDONO ALLA REGIONE DI MODIFICARE GLI ORARI DEGLI ESERCIZI COMMERCIALI PER LIMITARE I RISCHI DI CONTAGIO.  Leggi la lettera dei Segretari Generali Regionali CISL Alessio Ferraris, UIL Gianni Cortese, CGIL Massimo Pozzi.
 

 


2/04 - BONUS 600 EURO: SUL SITO INPS LA GUIDA-TUTORIAL ALL'USO DEL SERVIZIO ONLINE PER RICHIEDERLO.  PUOI ANCHE SCARICARLA CLICCANDO QUI.


2/04 - TORINO: PROROGATA AL 18 APRILE LA SOSPENSIONE DELLA SOSTA A PAGAMENTO E DELLA ZTL CENTRALE.



1/04 - PIEMONTE: NESSUN ALLENTAMEMTO DELLE MISURE DI EMERGENZA: Il Presidente della Regione Piemonte, Cirio, si unisce a quelli di Lombardia e Campania nell'escludere un "allentamento" delle misure decise per il contenimento del coronavirus: niente "passeggiate genitore-figli" quindi, almeno sino al 13 aprile.


1/04 - 100 DOMANDE AL SECONDO PER IL BONUS DA 600 EURO SUL SITO INPS. A partire dall'una di questa notte, la pagina dedicata alla richiesta del bonus per gli autonomi e le partite iva è stata presa d'assalto, nonostante il Presidente dell'Istituto, Tridico, abbia più volte affermato che non si seguirà un criterio "chi primo arriva", ma che ci sarà tutto il tempo per la richiesta. E attualmente infatti la pagina risulta spesso irraggiungibile causa sovraccarico dei server, o, se si riesce ad accedere, compare il messaggio " IL SERVIZIO NON E' AL MOMENTO DISPONIBILE ". A dire di Tridico, causa dei disservizi potrebbe anche essere un attacco informatico da parte di hackers, di cui sono stati informati gli inquirenti.


1/04 - TUTTE LE MISURE PER L'EMERGENZA CORONAVIRUS SONO STATE PROROGATE SINO AL 13 APRILE - Lo ha confermato questa mattina il Ministro della Sanità Roberto Speranza durante la sua informativa al Senato. "Attenzione ai facili ottimismi - ha affermato Speranza - che possono vanificare i sacrifici fatti: non dobbiamo confondere i primi segnali positivi con un segnale di cessato allarme. La battaglia è ancora molto lunga e sbagliare i tempi o anticipare misure sarebbe vanificare tutto".



31/03 - CGIL-CISL-UIL SIGLANO CON L'ABI e le Associazioni datoriale LA CONVENZIONE PER L'ANTICIPO tramite le banche della CASSA INTEGRAZIONE (CIGO, CIGD, FIS e fondi bilaterali).  Ottenuto inoltre l’inserimento nel testo del protocollo dell’esclusione di costi a carico dei lavoratori per l’ottenimento delle anticipazioni. La misura dell’anticipo è inizialmente fissata in 1.400 euro, riparametrati a 9 settimane e riproporzionati in caso di sospensione inferiore a zero ore, reiterabili in caso di proroga degli art. 19 e 22 del suddetto DL 18/2020. La banca presso cui il lavoratore darà indicazione di anticipare gli importi mensili, provvederà ad anticipare l’importo esentando il lavoratore  dal pagamento di oneri e interessi. L’anticipazione, così costituita, sarà rimborsata  con le effettive erogazioni  dei trattamenti da parte dell’INPS, che si è impegnato a dare corso alle stesse con i  tempi più celeri possibili, ma non oltre i 7 mesi.

"Un buon accordo con l’Abi e le banche italiane - ha affermato la Segretaria Generale della CISL Annamaria Furlan - per garantire l’anticipo della cassa integrazione ad ogni lavoratore e ad ogni lavoratrice. È importante dare questa certezza alle famiglie italiane che non possono aspettare tempi lunghi. Quindi senza nessun costo per i lavoratori, le banche anticiperanno quelle importanti risorse: è il nostro modo per garantire il reddito ai lavoratori ed alle famiglie”.
" Adesso, l’impegno di tutti, ognuno per la propria parte, deve essere quello di sconfiggere l’epidemia - ha affermato Carmelo Barbagallo, Segretario Generale UIL - ma sin da ora bisogna, comunque, porre le basi per far fronte anche alle gravi ripercussioni economiche e sociali di questa vicenda. Stiamo combattendo una guerra. Ci vuole e ci vorrà, dunque, un’economia da “ricostruzione”. L’Europa è avvertita: la politica dell’austerità deve andare definitivamente in soffitta.

31/03 - TORINO: SOSPENSIONE DEL PAGAMENTO DI TASSE E TARIFFE PER L'EMERGENZA CORONAVIRUS.  ApprovatI dalla Giunta comunale di Torino alcuni provvedimenti che sospendono il pagamento di tariffe e tasse per aiutare famiglie e imprese ad affrontare l’emergenza coronavirus. (TARI, COSAP, rette scolastiche ecc.) Leggi il dettaglio sul sito del Comune di Torino.


30/03 -   CGIL-CISL-UIL: RACCOLTO UN MILIONE DI EURO PER I REPARTI DI TERAPIA INTENSIVA. La sottoscrizione lanciata dieci giorni fa da Cgil, Cisl, Uil, in accordo con la Protezione Civile e il Commissario straordinario per l'emergenza Covid19, per il potenziamento dei reparti di terapia intensiva e l’acquisto dei dispositivi di protezione individuale, ha raggiunto, oggi, la quota di 1 milione di euro. La sottoscrizione prosegue. I versamenti vanno fatti sul conto corrente bancario:

Monte dei Paschi di Siena:  IBAN IT 50 I 01030 03201 000006666670
con causale: Aiuta chi ci aiuta.
 
“Con questa iniziativa - dichiarano in una nota congiunta Maurizio Landini, Annamaria Furlan e Carmelo Barbagallo - vogliamo aiutare in maniera tangibile tutti coloro che, con il loro lavoro, sono in prima linea nell'emergenza coronavirus e testimoniare il sostegno di lavoratori, pensionati e di tutto il sindacato confederale al Sistema Sanitario Nazionale. La cifra raccolta è un segno importante della concreta solidarietà del mondo del lavoro e dei pensionati nei confronti di chi si trova ad affrontare una grave situazione emergenziale in una condizione di enorme difficoltà, generata anche dai tagli e dai mancati investimenti che, nel corso degli anni, hanno riguardato la sanità pubblica.Cgil, Cisl, Uil, nel rinnovare il cordoglio a tutti coloro che hanno perso un proprio caro a causa del virus e la vicinanza ai tanti ammalati che sono in cura per superare questo difficile momento, confermano il proprio impegno, dando continuità alla sottoscrizione e devolvendo quanto già raccolto sino ad ora alla Protezione civile per l’acquisto della strumentazione necessaria".

30/03 -   PIEMONTE - OPERATIVO DA DOMANI IL NUOVO OSPEDALE DI VERDUNO. Arriveranno i primi pazienti nelle 55 camere e nei primi tre letti di terapia intensiva. "Mettiamo questa struttura a disposizione di tutto il Piemonte per garantire che tutti verranno curati - afferma il presidente Alberto Cirio - Accoglierà i pazienti che, superata la fase acuta, hanno necessità di continuare ad essere assistiti".
Ulteriori posti letto saranno attivati a breve, per alleviare il carico sugli altri ospedali piemontesi, e verranno ricoverati pazienti che hanno già superato la fase acuta per curarli fino alla guarigione.



29/03 -   PIEMONTE: ANCHE I MEDICI DI FAMIGLIA E GLI OPERATORI DEL 118 SARANNO SOTTOPOSTI AL TAMPONE. L'Unità di Crisi della Protezione Civile ha deciso che oltre al personale sanitario, per il quale sono già in corso i test virologici, anche i medici di famiglia convenzionati e gli operatori del 118 saranno sottoposti al tampone per verificare il loro stato di salute secondo un modello condiviso con le rappresentanze istituzionali e sindacali dei medici e degli infermieri.


29/03 -   PIEMONTE: DA DOMANI "SBLOCCO" DELL'ACQUISTO DI MATERIALE DI CARTOLERIA NEI SUPERMERCATI, TABACCHERIE ed EDICOLE ed ACCESSO PRIORITARIO AI NEGOZI DI ALIMENTARI PER IL PERSONALE SANITARIO. Il Presidente della Regione Piemonte ha firmato oggi l'ordinanza: all’interno delle attività di vendita di generi alimentari e alle altre attività commerciali non soggette a chiusura sarà possibile la vendita al dettaglio di articoli di cartoleria e forniture per ufficio (codice ATECO 47.62.20). Parallelamente, le cartolibrerie e gli altri esercizi commerciali, che da Dpcm devono mantenere i locali chiusi al pubblico, potranno proseguire la vendita di questi prodotti con consegna a domicilio, come già avvenuto fino ad oggi.

E' stato inserito in ordinanza anche, per quanto riguarda le attività di vendita di generi alimentari e di prima necessità, l' accesso prioritario a medici, infermieri, operatori socio sanitari (OSS), membri della Protezione Civile, soccorritori e volontari muniti di tesserino di riconoscimento.


27/03 -   QUASI CERTA LA PROROGA DELLA CHIUSURA DELLE SCUOLE, secondo quanto affermato oggi dalla Ministra Azzolina.

 
     - I NUMERI DEL CORONAVIRUS: tutti i media ci inondano di dati e statistiche, spesso contradditorie. In questa "tempesta informativa" segnaliamo una interessante pagina Facebook che ci sembra utile per capirci qualcosa, gestita da persone competenti: CORONAVIRUS DATI E ANALISI SCIENTIFICHE
27/03 PIEMONTE: FIRMATO L'ACCORDO PER LA CASSA INTEGRAZIONE IN DEROGA (PDF)

26/03 CAMBIA ANCORA IL MODULO DI AUTOCERTIFICAZIONE - LEGGI O SCARICA (PDF)


26/03 - STUDIO DELL'UNIVERSITA' DI TORINO: LA CARENZA DI VITAMINA D POTREBBE SPIEGARE IL GRAN NUMERO DI ANZIANI CONTAGIATI.  LEGGI TUTTO SUL SITO Freedompress.it



25/03 - PUBBLICATO IL NUOVO ELENCO AGGIORNATO DELLE ATTIVITA' ESSENZIALI CHE POSSONO PROSEGUIRE L'ATTIVITA' (PDF)


25/03 - SIGLATO QUESTA MATTINA DA  CGIL-CISL-UIL e Ministero della Salute IL PROTOCOLLO PER LA PREVENZIONE E LA SICUREZZA DEI LAVORATORI DELLA SANITA'. 

Tale protocollo, naturale integrazione del testo siglato tra Cgil, Cisl e Uil nella notte di sabato 14 marzo, riconosce l’importanza fondamentale del Servizio Sanitario Nazionale nell’attuale momento di drammatica emergenza e per il futuro. Infatti - spiega la nota - oltre a declinare e integrare le più opportune e rigorose precauzioni di profilassi per tutti i medici, i professionisti sanitari e tutti gli operatori della sanità, inclusi i servizi della medicina ambulatoriale e del territorio, il Protocollo prevede l’istituzione di un ‘Comitato Nazionale’ che si avvarrà della partecipazione delle organizzazioni sindacali per il continuo monitoraggio delle varie situazioni, il coinvolgimento anche territoriale dei rappresentanti aziendali dei lavoratori e della sicurezza e, soprattutto, per importanti misure finalizzate a garantire la salute dei lavoratori del settore e degli stessi cittadini del Paese”.   
Nello specifico, “il Protocollo interviene per garantire a tutto il personale che opera nei servizi sanitari gli standard di protezione in maniera rigorosa. Prevede - continuano Cgil, Cisl, Uil e le Categorie - particolare attenzione alla necessità di fornire agli operatori gli adeguati dispositivi di protezione individuale e, soprattutto, pone la necessità di assicurare a tutto il personale esposto l’effettuazione dei fondamentali test diagnostici, prevedendo anche la loro ripetizione nel tempo, secondo criteri stabiliti dal Comitato Tecnico Scientifico per l’emergenza Covid-19”.
Infine, “l’accordo interviene anche in ordine alle misure di sanificazione degli ambienti di lavoro e insiste sulla necessità di adeguare le dotazioni organiche del sistema sanitario attraverso misure straordinarie di assunzione e di stabilizzazione dell’attuale personale precario”.
Cgil, Cisl e Uil confederali e di Categoria - conclude la nota - hanno fermamente voluto questo nuovo protocollo e sono impegnate a farlo applicare per far fronte allo sforzo quotidiano, anche oltre le proprie possibilità fisiche, che il personale del SSN svolge con abnegazione esemplare sul fronte dell’attuale epidemia, che purtroppo continua a registrare fra gli operatori crescenti casi di contagio e fin troppi caduti sul campo”. 


25/03 - IL COMUNICATO STAMPA DEL GOVERNO SULLE ULTIME MISURE DECISE IERI


25/03 - TORINO: RIAPRONO I MERCATI RIONALI CON ACCESSO A NUMERO CHIUSO: sul sito del Comune pubblicato l'elenco dei mercati riaperti: Baltimora, Barcellona, Bengasi, Borromini, Brunelleschi, Campanella, Chieti, Cincinnato, Crocetta, Di Nanni, Don Grioni, Foroni, Guala, Martini, Mirafiori Nord, Nizza, Palestro, Porpora, San Secondo, Santa Giulia, Santa Rita (tratti 1 e 2), Spezia, Taranto, Vittoria.
" Le disposizioni di sicurezza necessarie alla riapertura impongo che ci siano un'entrata e un'uscita distinte, che il perimetro sia delimitato, che siano rispettati i due metri di distanza tra i banchi ed almeno un metro di distanza con la clientela.
I vigili, coadiuvati da personale in molti casi volontario, sarà sempre presente per controllare gli accessi e gestire il flusso delle persone. Il numero massimo di clienti ammessi contemporaneamente nel mercato sarà il doppio rispetto a quello nel numero dei banchi. "



 

24/03 - NUOVO DECRETO DELLA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO: AUMENTANO LE SANZIONI PER CHI NON RISPETTA LA QUARANTENA. Leggi il resoconto sul sito ANSA


24/03 - VIDEO DELLA POLIZIA DI STATO SPIEGA COME FERMARE L'EPIDEMIA DA CORONAVIRUS
 

 

24/03TORINO e PROVINCIA: CONSEGNA DELLA SPESA A CASA: sul sito di CONFESERCENTI l'elenco completo dei negozi che effettuano consegna a domicilio.


23/03PIEMONTE: IL TESTO COMPLETO DELL'ORDINANZA DELLA REGIONE



23/03 - TORINO: NUOVE REGOLE PER L'UTILIZZO DEI MEZZI PUBBLICI DA GTT da martedì 24/3:


23/03 - LA LETTERA DI CGIL-CISL-UIL AI MINISTRI dell’Economia e delle Finanze, Roberto Gualtieri e al ministro dello Sviluppo Economico, Stefano Patuanelli, per richiedere un incontro urgente in relazione al Dpcm emanato il 22 marzo:
"
Egregi Ministri
Cgil, Cisl e Uil chiedono con estrema urgenza un incontro alle SS. VV. in relazione al DPCM emanato il 22 marzo 2020 contenente all'allegato 1 una serie di attività industriali e commerciali per le quali si dispone la sospensione fino al 3 aprile 2020. Tale allegato prevede un elenco molto consistente di attività industriali e commerciali aggiuntive, per gran parte delle quali riteniamo non sussistere la caratteristica di indispensabilità o essenzialità.
In questa fase difficile del Paese, Cgil Cisl e Uil hanno sempre messo in evidenza la necessità di mettere al primo posto, rispetto a qualunque altra valutazione, la salute e la sicurezza dei lavoratori e delle lavoratrici e si sono assunte la responsabilità di definire le regole – contenute nel protocollo del 14 marzo scorso – per garantirla. Cgil Cisl e Uil credono che siano obiettivi comuni del Governo oltre che delle parti economiche e sociali, il contenimento del virus, la garanzia delle attività essenziali alla collettività e oltre che ovviamente, in primis, la sicurezza e la salute di chi lavora.
Questa è la ragione che ci fa ritenere inadeguata rispetto a questi importanti obiettivi la definizione delle attività non indispensabili e queste sono la ragioni che ci portano a chiedere con urgenza un incontro finalizzato alla revisione delle attività di tale elenco che - come previsto dall'articolo 1, comma 1, lettera a) del predetto DPCM - “può essere modificato con decreto del Ministero dello sviluppo economico, sentito il Ministero dell'economia e delle finanze”.


23/03 - L'ELENCO UFFICIALE DELLE ATTIVITA' CHE RIMANGONO APERTE


22/03 - TORINO: LUNEDI' 23 NIENTE MERCATI RIONALI: pubblicata ordinanza sul sito del Comune di Torino: " Da lunedi 23 marzo, a Torino, sono sospese le attività di vendita di generi alimentari esercitate nei mercati cittadini all'aperto, comprese quelle nelle aree mercatali provviste di tettoia come copertura.  Verranno nel frattempo individuati i dispositivi e le modalità organizzative che assicurino efficacemente un afflusso regolato con rispetto delle distanza tra le persone: misure che, nel rispetto delle disposizioni regionale per il contenimento del contagio da Coronavirus, possano consentire a breve la ripresa delle attività di vendita."


22/03 -  CONTE HA FIRMATO IL DECRETO CON LE NUOVE MISURE RESTRITTIVE
              LEGGI IL TESTO INTEGRALE DEL DECRETO SULLA GAZZETTA UFFICIALE


22/03 - VIETATI GLI SPOSTAMENTI TRA COMUNI DIVERSI. Emessa questo pomeriggio una nuova Ordinanza dai Ministri della Salute e dell'Interno: " E’ fatto divieto a tutte le persone fisiche di trasferirsi o spostarsi con mezzi di trasporto pubblici o privati in comune diverso da quello in cui si trovano, salvo che per comprovate esigenze lavorative, di assoluta urgenza ovvero per motivi di salute " Ciò per evitare "fughe di massa" verso il Sud dopo il blocco delle attività produttive non essenziali. Questa ordinanza sarà poi incorporata nel nuovo Decreto che sarà pubblicato domani in Gazzetta Ufficiale.


22/03 - NUOVE MISURE DECISE DAL GOVERNO: CHIUSE TUTTE LE ATTIVITA' PRODUTTIVE NON STRATEGICHE: restaranno aperti supermercati, alimentari, farmacie e parafarmacie, i servizi essenziali saranno garantiti. Aperti anche gli Uffici Postali, Banche e servizi Assicurativi e Finanziari L’agenzia delle dogane invece ha deciso lo stop a livello nazionale di Lotto, Superenalotto e Slot.



21/03 - PIEMONTE: NUOVE MISURE PIU' RESTRITTIVE DECISE DALLA REGIONE DAL 22 MARZO SINO AL 3 APRILE:        

- i mercati saranno possibili solo dove i sindaci potranno garantire il contingentamento degli accessi e il non assembramento, anche grazie all’utilizzo di transenne e sempre con il presidio costante dei vigili urbani;

- l’accesso agli esercizi commerciali sarà limitato ad un solo componente del nucleo familiare, salvo comprovati motivi di assistenza ad altre persone;

- chiusi gli uffici pubblici e gli studi professionali, fatta salva l’erogazione dei servizi essenziali ed indifferibili (oltre alla possibilità di attuare lo smart working);

- vietati gli spostamenti verso le seconde case;

- vietata la sosta e l’assembramento davanti ai distributori automatici “h24” che erogano bevande e alimenti confezionati;

- blocco delle slot machine e disattivazione di monitor e televisori da parte degli esercenti;

- restano aperte le edicole, le farmacie, le parafarmacie e i tabaccai (dove dovrà essere in ogni caso garantita la distanza di sicurezza interpersonale di un metro);

- fermata l’attività nei cantieri, ad eccezione di quelli di interesse strategico;

- vietato l’assembramento di più di due persone nei luoghi pubblici.

Ove possibile, dovrà effettuarsi la rilevazione sistematica della temperatura corporea presso i supermercati, le farmacie e i luoghi di lavoro.


21/03 - NUOVE DATE PER LE PENSIONI DI APRILE: per i pensionati titolari di un Conto BancoPosta, di un Libretto di Risparmio o di una Postepay Evolution saranno accreditate in anticipo il 26 marzo. Se non si può evitare di recarsi agli sportelli (ad esempio utilizzando i Postamat) per il ritiro in contanti, sarà necessario presentarsi agli sportelli secondo la seguente ripartizione di cognomi:

 

 Giovedì 26  dalla A alla B        
 Venerdì 27  dalla C alla D
 Sabato 28 (mattina)  dalla E alla K
 Lunedì 30  dalla L alla O
 Martedì 31  dalla P alla R
 Mercoledì 1/4  dalla S alla Z

21/03 - LA SMAT (la Società Metropolitana Acque Torino) segnala che domani, 22 Marzo, ricorre la Giornata Mondiale dell'acqua, un elemento indispensabile per la vita dell'uomo.
Proprio in questo momento in cui è in corso una grave emergenza sanitaria, è importante soffermarsi sull'importanza di avere a disposizione ininterrottamente l'acqua come difesa da questa grave pandemia, così come è importante ricordarsi delle  persone che operano nelle aziende del servizio idrico. I tecnici della SMAT continuano a svolgere  ininterrottamente il loro lavoro garantendo un servizio indispensabile come l'acqua. (pensiamo ad esempio alle necessarie analisi svolte quotidianamente, che ci garantiscono sulla qualità dell'acqua che sgorga dai nostri rubinetti.)


20/03 - NUOVA ORDINANZA DEL MINISTERO DELLA SALUTE: vietato l'accesso del pubblico ai parchi, alle ville, alle aree gioco e ai giardini pubblici, resta consentito svolgere individualmente attività motoria solo nei pressi della propria abitazione, non si può svolgere attività ludica o ricreativa all'aperto. Sono inoltre VIETATI gli spostamenti verso le seconde case nei giorni festivi e prefestivi.

 

CLICCA QUI PER LEGGERE IL TESTO COMPLETO DELL'ORDINANANZA

 



19/03 - CGIL-CISL-UIL LANCIANO UNA RACCOLTA FONDI PER SOSTENERE I REPARTI DI TERAPIA INTENSIVA. È stato aperto un conto corrente bancario - Monte dei Paschi di Siena: 
IBAN:  IT 50 I 01030 03201 000006666670 con causale: Aiuta chi ci aiuta -  su cui far pervenire le sottoscrizioni di singoli cittadini, lavoratori e pensionati, luoghi di lavoro e leghe dei pensionati.
Il ricavato sarà interamente versato alla Protezione Civile per il potenziamento dei reparti di terapia intensiva e l’acquisto dei dispositivi di protezione individuale.


19/03 - TORINO/PIEMONTE : NUOVE REGOLE PER LA RACCOLTA RIFIUTI DA AMIAT.  Per chi è positivo al Covid-19, in isolamento o in quarantena, l’invito della Regione Piemonte, in accordo con le indicazioni dell’Istituto Superiore di Sanità (ISS), è di non differenziare più i rifiuti di casa, ma di metterli in un doppio sacchetto, avendo cura di inserirvi eventuali fazzoletti, guanti o mascherine usate.
Il doppio sacchetto, ben chiuso, va poi conferito nel contenitore della raccolta indifferenziata. Per tutte le altre utenze in cui non sono presenti soggetti positivi, in isolamento o in quarantena obbligatoria, la raccolta differenziata va invece proseguita normalmente. Eventuali guanti monouso, mascherine e fazzoletti di carta utilizzati vanno però conferiti nell’indifferenziato, preferibilmente in doppio sacco.

Inoltre DAL 20 MARZO 2020, come disposto dal Comune di Torino, fino a nuove disposizioni tutti i centri di raccolta Amiat saranno chiusi al pubblico. Verrà comunque mantenuto attivo il servizio di raccolta a domicilio dei rifiuti ingombranti, prenotabile tramite il numero verde 800-017277 (attivo dal lunedì al venerdì dalle 8.00 alle 17.00) o tramite l’apposito form on line sul sito www.amiat.it. Vista l’emergenza in atto, si invita a richiedere lo stesso solo per casi di estrema necessità.


19/03 - ALITALIA comunica informazioni per chi deve volare: è stata realizzata una pagina specifica sul sito della Compagnia con notizie utili per chi deve prendere un volo entro il 31 Maggio.


19/03 - TORINO - GTT comunica che da giovedì 19 marzo, saranno in servizio due tram aggiuntivi sulla linea 4 e 2 bus in più sulla linea 18. Inoltre, da venerdì 20 marzo, a supporto della linea 4, sarà prolungata la linea 50 bus sull’asse di corso Giulio Cesare-Porta Palazzo fino a via Bertola, con transiti ogni 15 minuti. Il monitoraggio proseguirà nei prossimi giorni.



18/03 - TORINO - GTT comunica che a partire dal 18 marzo, scattano riduzioni delle corse e frequenze simili al mese di agosto. Sospese le linee: 12 -17 - 20 - 21 - 34 - 40 - 52 - 53 - 66 - 77 - 78 - Star 1 e 2.  La rete di superficie sarà operativa dalle 5 alle 24. Anche il servizio extraurbano ha subito delle modifiche.


18/03 - IL TESTO DEL DECRETO LEGGE "CURA ITALIA"



17/03 - L'AGENZIA DELLE ENTRATE CHIUDE TUTTI GLI SPORTELLI AL PUBBLICO, ATTIVI SOLO I SERVIZI ONLINE.


17/03 - L'INQUINAMENTO AMBIENTALE SAREBBE UNA DELLE STRADE ATTRAVERSO CUI SI DIFFONDE IL CORONAVIRUS, secondo un recentissimo studio della SIMA (Società Italiana di Medicina Ambientale) realizzato in collaborazione con le Università di Bologne e di Bari. Esisterebbe quindi una stretta relazione tra l'esplosione dei contagi in diverse aree della Pianura Padana e i superamenti della soglia di inquinanti. LEGGI IL TESTO DELLO STUDIO sul sito della S.I.M.A.


 

17/03 - TORINO & PROVINCIA: MODIFICATI DA OGGI GLI ORARI DELLE LINEE GTT SFM1 e SFMA. Guarda i nuovi orari sul sito GTT.

 


17/03 - Il Poliambulatorio IRM di Pianezza (TO) (nostro convenzionato) comunica che è regolarmente aperto e sta adottando le necessarie misure preventive, quali far mantenere la distanza di sicurezza di 1 metro tra ciascun Paziente, mettere a disposizione soluzioni idroalcoliche per il lavaggio delle mani, pulire costantemente le superfici con disinfettanti a base di alcol e fornire le mascherine ai propri operatori sanitari.  In ingresso viene effettuato un controllo, tramite la compilazione di un’auto dichiarazione, per accertarci che il paziente non abbia sintomi febbrili e/o influenzali e non abbia avuto contatti con persone affette da Covid 19; pertanto si richiede l’accesso all’interno della struttura a i soli Pazienti prenotati e non agli accompagnatori, salvo per reale necessità.


17/03 - BANCHETTE (IVREA-TO) La Clinica Odontoiatrica NOVA ARS MEDICA di via Uscello 3 a Banchette (di fronte al Centro Commerciale Bennet Pavone), nostra convenzionata, comunica che è a disposizione dei pazienti per la gestione delle urgenze e per i trattamenti inderogabili solo su appuntamento. (Tel. 0125 51097)



16/03 APPELLO URGENTE DELLA CROCE ROSSA ITALIANA per ricerca medici e infermieri con
disponibilità immediata.


16/03 - TORINO - CHIUSO IL PARCHEGGIO MOLINETTE. Su richiesta delle autorità, per consentire il controllo di tutte le persone in ingresso all'ospedale, GTT ha chiuso il parcheggio "Molinette". E' possibile sostare con lo stesso abbonamento presso i parcheggi Bacigalupo, Ventimiglia, Nizza-Carducci, D'Azeglio-Galilei.


16/03 -  TORINO: IL GRUPPO LAVAZZA dona 10 milioni di euro per l'emergenza Coronavirus. Contestualmente per tutte le ordinazioni effettuate sul sito Lavazza sino al 3 aprile non ci saranno costi di spedizione.


16/03 -  TORINO: SMAT comunica che non applicherà alcuna penalità agli utenti che dovessero pagare in ritardo le bollette in scadenza dal 10 marzo al prossimo 15 aprile.


16/03 -  FCA CHIUDE per due settimane tutti i suoi stabilimenti in Italia ed Europa (Melfi, Cassino, Pomigliano, Mirafiori, Modena, Kragujevac e Tychy.)



15/03 - TORINO: attivo da DOMANI, 16/3  il servizio di supporto psicologico per chi è solo in casa e ha bisogno di parlare con qualcuno. Si può chiamare lo 011 011 37 782. (10-12 e 17-19, tutti i giorni) Il servizio è gestito dall'associazione "Psicologi per il popolo".



14/03 IL TESTO DEL PROTOCOLLO GOVERNO-SINDACATI CON LE MISURE PER IL CONTRASTO ED IL CONTENIMENTO DELLA DIFFUSIONE DEL VIRUS NEGLI AMBIENTI DI LAVORO.


14/03 -  IL FAI DA TE GUERCIO è APERTO SABATO 14 e DOMENICA 15.  Se mentre si è a casa si decide di dedicarsi a riverniciare gli infissi, o attrezzare il balcone con una piccola serra, o riparare quella sedia prossima a cedere...si può recarsi senza violare le regole (NON in gruppo, però...) presso uno dei punti vendita del FAI DA TE GUERCIO a Torino e provincia (trovi tutti gli indirizzi qui). Ecco l'orario: sabato 9-19,30 e domenica 9-13 15-18.



13/03 - OTTICA VASON di via Bligny 9 a Torino segnala che, come stabilito dall'ultimo DPCM, è regolarmente aperta. Quindi per qualsiasi problema relativo ad cchiali o lenti a contatto è possibile recarsi senza problemi in negozio nei soliti orari (magari stampatevi il modulo di autocertificazione e tenetelo a portata di mano in caso di controlli). Per info: 011 19717694.

13/03 - SMAT (Società Metropolitana Acque Torino) comunica che tutti i suoi sportelli "fisici" aziendali collocati sul territorio metropolitana resteranno chiusi. Restano a disposizione degli utenti il NUMERO VERDE 800 010 010 e lo "sportello online" sul sito www.smatorino.it tramite il quale è possibile svolgere le varie pratiche amministrative.



12/03 - AGOS comunica che le sue filiali sono chiuse al pubblico, ma l'attività continua da remoto. Per gli iscritti sono sempre disponibili i contatti dei Referenti per la convenzione AGOS. Per quanto riguarda Torino ed il Piemonte, è possibile quindi contattare senza problemi: Riccardo Bononi (tel. 348 9590428) ed Elisa Zannoni (tel. 342 5527273). Per tutte le altre Regioni, puoi cliccare QUI per conoscere il tuo Referente AGOS di zona.


12/03 - HERTZ  Italia ci segnala che continua ad essere pienamente operativa in Italia ed in tutto il mondo seguendo scrupolosamente le indicazioni delle Autorità ed applicando rigorose procedure di igienizzazione e sanificazione dei veicoli per salvaguardare la salute degli Ospiti e dei dipendenti.


12/03 - PUNTO BELDENT di SETTIMO TORINESE (TO) (centro Odontoiatrico) ci segnala che rimane aperto per le urgenze. (Via Regio Parco 11, Tel 011 3741336)



11/03 - I Tour Operators ALPITOUR ed EDEN VIAGGI segnalano che tutte le prenotazioni effettuate sino al 31/3 potranno essere annullate senza penali sino a ridosso del viaggio. Maggiori informazioni nella pagina di ALPITOUR  e in quella di EDEN VIAGGI sul sito.



10/03 - Il CENTRO MEDICO ODONTOIATRICO ACO DENTAL di Piazza Perotti 6/A a Torino segnala che è operativo esclusivamente il servizio di riparazione protesi (dentiere ecc.) (A.C.O. DENTAL, piazza Perotti 6 ang. c.so Svizzera, tel. 011 4335573)



NUMERI & LINK UTILI

112 : in caso di emergenza sanitaria

1500: numero verde nazionale del Ministero della Salute per informazioni generiche di carattere sanitario sul Coronavirus e sui comportamenti di prevenzione.

800 333 444 : numero verde per chiarimenti sulle misure di natura NON sanitaria (orario dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 20)
 

 


REGIONE PIEMONTE: 800 19 20 20 : numero verde regionale per informazioni di carattere sanitario (attivo h 24).

TORINO: La Protezione Civile torinese mette a disposizione il numero verde: 800 444 004 (lun-dom.10-17) da utilizzare per esigenze di vario tipo (es. andare in farmacia, consegna della spesa, portare fuori il cane) e non ci si può muovere di casa e nessun conoscente o familiare può provvedere.

800 189 521: Numero verde di FEDERFARMA per la consegna gratuita dei farmaci a domicilio per casi non urgenti e riservato alle persone impossibilitate a recarsi in farmacia, per disabilità o gravi malattie, e non possono delegare altri soggetti. Il servizio è attivo dal lunedì al venerdì, dalle 9 alle 17.30.

TORINO e PROVINCIA: CONSEGNA DELLA SPESA A CASA: sul sito di CONFESERCENTI l'elenco completo dei negozi che effettuano consegna a domicilio.

CONSIGLI UTILI PER TENERE IL VIRUS FUORI CASA: sembra ormai accertato che il coronavirus possa contagiare anche tramite il contatto con superfici come carta, plastica e acciaio (dove pare resista sino a 3 giorni) ecco quindi una serie di suggerimenti pubblicati dal quotidiano LA STAMPA: li trovi in questa pagina.

CURE DAL DENTISTA: QUANDO SONO POSSIBILI E COME: il Ministero delle Salute segnala i consigli in merito della SIDP (Società Italiana di Parodontologia e Implantologia).

COME SPIEGARE AI BAMBINI L'EMERGENZA CORONAVIRUS : ti segnaliamo un bel video scritto da Valerio Piumini, grafica di Damiano Lo Russo con Valeria Izzo.

Partners

Notizie dalla UIL

Caricamento in corso